We've updated our Terms of Use. You can review the changes here.

IN SEME

by Alieno di Vetro

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Purchasable with gift card

      €8.99 EUR  or more

     

1.
quella bocca chiusa odio più che mai come mi diffidi ciò che non dirai strade già percorse mille e troppe volte portan tutte al mare ma non so nuotare senza... leggi bene il taglio? vedi sembra un segno punto di domanda cosa ne facciamo adesso? della nostra rabbia e di chi ha già smesso chi ci vuol legare stretti farci scivolare il tempo lividi al vento livi-lividi al vento ferita ...fuoco di un gesto che ora cambia già il senso lividi al vento livi-lividi al vento sprofondo solo se resto fermo! sprofondi solo se resti fermo! sente la tensione il cuore malcontento urla verso il volto, sembra d’essere nel giusto ma che bel castello fatto d’illusione carta umida dal pianto crollo da disperazione lividi al vento livi-lividi al vento ferita ...fuoco di un gesto che ora cambia già il senso lividi al vento livi-lividi al vento sprofondo solo se resto fermo! sprofondi solo se resti fermo! lui non scava più lei non sente più lui non esce più da un pezzo lei non vive più loro non hanno mai fatto cose che hai fatto tu loro non hanno mai chiesto d’esser come fingi di essere tu…
2.
fin dove arriva la realtà? da dove spingi la finzione? a volte sai è strana la bontà se la confondi in opportunità ti sei scordato di lei ti sei scordato di lui ma ti ricorderai di loro domani avranno un ruolo nel gioco del grande varietà reciti ambigua solidarietà ma la macchia sul quadro sa di silenzio assenso lacrima nera che spiega perché quella macchia sul quadro come un difetto perfetto lacrima viola che svela di te colpe non ne hai se di consigli non ne senti il bisogno colpe non avrai se ti volti trovi già un altro prescelto …e pura magia lui respirerà per un po’ di tempo …poi l’incantesimo svanirà finirà… capirà… …sai di silenzio assenso… quella macchia sul quadro come un difetto perfetto lacrima viola che svela di te colpe non ne hai… colpe non avrai…
3.
cinque passi su Marte cinque passi verso te che sei così vicina lontana da me cinque passi su Marte per scoprire chi sarai un cuore chiuso in gabbia un cuore libero ora stammi vicina lontana così mai... avrei pensato di viaggiare fino a qui mai... per poterti vedere per poterti sfiorare per illudermi... cinque passi su Marte cinque passi verso te per poterti respirare stella di polvere ora stammi vicina lontana così mai... avrei pensato di viaggiare fino a qui mai... per poterti vedere per poterti sfiorare per illudermi... per illudermi... per poterti sfiorare per illudermi...
4.
Resa 04:22
resa ...sento la fragilità tendo ad isolarmi per non temere che... resa più leggera meno stancherà quel che può accadere ora ormai sarà fine primo tempo attimo di pausa e la pellicola ripartirà tutti seduti ricomincia... lo dicevan che prima o poi si cambia si diventa un “se” si diventa un “ma” raccontavi tu del buio oltre la stanza non t'inventi più non t'importa più resa ...sempre meno agilità ritmi affaticanti ...i tempi scoppiano resa meno intensa della normalità cravatte sorridenti con in mano verità mentre in quel romanzo trecentosette pagine risolvono l'incognita d'un impiegato di provincia lo dicevan che prima o poi si cambia si diventa un “se” si diventa un “ma” raccontavi tu del buio oltre la stanza non t'inventi più non t'importa più resa… non t'importa più resa…
5.
La Velocità 03:24
non chiedermi la pace non chiedermi ciò che farò se la velocità mi ha reso pazzo che solo un pazzo ha chiare idee non dovrai mai giudicare ciò che mai potrai capire sentirsi come mosche contro il vetro sentire così sporco il tuo dolore ritornando a quel giorno scandagliando ogni secondo il traguardo mi ha raggiunto come mostro me ne andrò perdonami è la velocità la tragedia della mediocrità e resto qui un bell'ufficio e lei tra delitto e distrazione primi del novecento il futurismo: velocità in una folle corsa che l'uomo-macchina celebrerà ora il futuro esiste in tempi vuoti di priorità un nuovo appuntamento verso il declino dell'umanità affonda nel fango il corpo senza più alibi senza rimorso privo di alcun sentimento ombra nel silenzio me ne andrò perdonami… perdonami è la velocità la tragedia della mediocrità e resto qui un bell'ufficio e lei tra delitto e distrazione accecate priorità…
6.
7.
Seven Silenzi tanti anni fa amati al punto di stare lì alla finestra guardando anime che scelgono di… mentre sospendo il nulla creando il niente come chi color trasparente Seven Silenzi del lunedì ieri , ieri è andata così così ieri, ieri è andata così… Seven Silenzi in gabbia mentre i ricordi corrono a farmi tremare ancora la notte sognandoti sia maledetto il nulla pari al deserto che vedo qui dalla finestra Seven Silenzi del lunedì ieri , ieri è andata così così ieri, ieri è andata così… ieri , ieri è andata così così ieri, ieri è andata così…
8.
3636 04:05
perché non saprei descriverti come il suono e l’idea invadono il cuore nel DNA …DNA sconfitto così da più di un errore negato, tradito in confusione nel DNA …DNA ma è troppo semplice dimenticare scappare, arrendersi non mi pentirò di resistere 3636 volte in più nuove soluzioni …chimiche e non smetterò di crederci 3636 volte in più nuove supernove …faremo esplodere perchè ora so descriverti come le dita e le ali si aprono insieme nel DNA …DNA ma è troppo difficile precipitare sparire, cadere giù non mi pentirò di resistere 3636 volte in più nuove soluzioni …chimiche e non smetterò di crederci 3636 volte in più nuove supernove …faremo esplodere
9.
Il mio respiro è di vento, sapete? vento che canta di correnti d’aria sono le invisibili tribù che voi non conoscete energia nomade, forza silenziosa, visione libertaria… perso, galleggio e mi guardo, come fossi disteso la notte è ancora lontana, lo so che arriva dopo col girotondo di stelle lanciate nel vuoto nel gioco del volo in punta di naso non vedo confini soltanto correnti è un dito che sfiora un ricordo di sguardi è un altro giorno che passa lo stringo tra i denti ma passa, già passa… e cede alla luna la luce del sogno che abbaglia il silenzio… voci lontane, memorie danzanti voci del niente e salti nell’aria voci lontane, memorie danzanti voci del niente e salti nell’aria… ora il mio cuore galleggia leggero e svela segreti nascosti di notte come una bocca che sfiora un pensiero nell’eterno viaggiare su invisibili rotte non vedo confini soltanto correnti è un dito che sfiora un ricordo di sguardi è un altro giorno che passa lo stringo tra i denti ma passa, già passa… e cede alla luna la luce del sogno che abbaglia il silenzio… voci lontane e memorie danzanti voci del niente e salti nell’aria voci lontane e memorie danzanti voci del niente e salti nell’aria Il mio respiro è di vento, sapete?

credits

released May 3, 2016

license

tags

about

Alieno di Vetro Turin, Italy

Alieno di Vetro è un gruppo musicale synthpop formatosi in Valsusa in provincia di Torino nel 2009.
La band ha all’attivo 2 album: “Novesupernove” del 2009 e “IN SEME” del 2016 e un EP “INfase” del 2012 prodotto artisticamente da Luca Vicini bassista dei Subsonica.
Alieno di Vetro è prodotto dall’etichetta discografica Dispetto Records.
... more

contact / help

Contact Alieno di Vetro

Streaming and
Download help

Report this album or account

If you like Alieno di Vetro, you may also like: